Translate

mercoledì 4 luglio 2018

|Review| Charcoal Pore Strips (cerottini per punti neri) Montagne Jeunesse - funzionano!

La mia lotta personale contro i punti neri va avanti da molto tempo ormai. Sono sempre alla ricerca di cerottini o black masks che mi aiutino nell'intento di eliminare questi fastidiosi inestetismi che, soprattutto nelle persone con pelle mista/grassa come me, si presentano su alcune aree del viso.
Nell'ultimo anno ho provato la Oxy Esthétique Peel Off Black Mask (che non mi è piaciuta), i cerottini di Essence e di Nivea, con i quali invece mi sono trovata piuttosto bene, e i Charcoal Pore Strips di Montagne Jeunesse/7th Heaven che sono quelli con cui mi sono trovata meglio finora.

Breve descrizione
Gli ingredienti più importanti contenuti in queste strisce da usare sul naso sono:
-il CARBONE, che assorbe il sebo in eccesso, attenua gli arrossamenti della pelle e "estirpa" i punti neri rendendo quindi i pori meno visibili e più puliti;
-le CENERI VULCANICHE, che esfoliano la pelle eliminando quindi le cellule morte.
All'interno di ogni confezione troviamo tre bustine viola, contenenti ciascuna un cerottino.
















Come si usano
1) Detergi la pelle
2) Bagna il naso, meglio se con acqua tiepida in modo che i pori si aprano e che quindi l'estrazione di comedoni risulti più semplice
3) Togli la protezione di plastica dal cerotto e applica quest'ultimo sul naso, facendolo aderire completamente alla pelle
4) Aspetta 15/20 minuti che il cerottino si indurisca e poi staccalo delicatamente.

Opinione personale
I prodotti di Montagne Jeunesse che ho provato finora mi sono sempre piaciuti, alcuni più e altri meno, ma devo dire che quello di cui vi ho parlato oggi è uno dei migliori.
Le strisce aderiscono molto bene alla pelle e sono facili da applicare. Ovviamente i punti neri non sono venuti via tutti, però con mia grande sorpresa questi cerottini sono riusciti a toglierne davvero tanti, sia di piccoli che di grandi.
Inoltre ho visto che sono riusciti ad eliminare anche molte cellule morte, lasciandomi la pelle davvero liscia!
Ahimè, c'è anche una nota dolente (letteralmente): staccare il cerottino fa male, e pure parecchio. Quelli che avevo provato prima non facevano così male! Se non altro ciò sta a significare che si è attaccato bene, così bene che una volta tolto rimane un po' di colla appiccicata al naso. Nulla di grave, basta sciacquare con un po' d'acqua e il problema è risolto. Ecco, questo era il secondo ed ultimo aspetto negativo di queste strisce.

Altre informazioni
Prezzo: €2,99 da Tigotà

Voi come vi trovate con i cerottini, se li usate? Avete qualche marca da consigliarmi?

domenica 1 luglio 2018

|Tiger haul #collezionegiugno| acquisti inutili :D

Ieri, mentre facevo un giro nel centro della mia città, non ho resistito alla tentazione di entrare da Tiger e, come previsto, ho acquistato un po' di oggetti molto carini ma che probabilmente userò sì e no un paio di volte.
E' più forte di me: se non spendo i miei pochi risparmi in acquisti inutili e/o simili a quelli che già ho a casa non sono contenta, e Tiger è proprio il negozio giusto per me in cui sperperare i miei soldi.
Dunque, ora vi mostro gli articoli da me comprati che fanno parte della collezione di giugno, la quale consta di oggetti molto colorati (per lo più a stampa frutta) a tema estate.

Set da cocktail 
La prima cosa che ho comprato senza nemmeno sapere bene come si usa è un set da cocktail, composto da un contenitore per shakerare appunto i cocktails (con colino incluso), uno spremiagrumi, un pestello e dei cucchiai.
Dato che bevo poco, so già che userò questo set per preparare intrugli ai miei amici, così da poterli usare come cavie per testare le schifezze che preparerò.
Prezzo: €5,00

Cannucce & Ricettario
Rimanendo in tema bevande, ho preso anche delle cannucce a spirale (molto simili a quelle che ho già) decorate con frutti di gomma che si possono sfilare e un quadernetto in cui scrivere ricette di cocktails, ma che io userò principalmente per scrivere altri tipi di ricette.
Prezzo: rispettivamente €1,00 e €3,00

Tovaglioli
Ho preso anche questo pacchetto di tovaglioli da 20 pezzi, più che altro perché mi piaceva un sacco il disegnino stampato sopra.
Prezzo: €1,00

Beauty
Questo beauty è forse l'unico oggetto utile tra tutti, perché a parte il fatto che non so più dove mettere tutti i cosmetici che ho comprato nell'ultimo periodo, avevo bisogno di un nuovo beauty tutto per me, dato che mia madre e mia sorella si sono impossessate di tutti quelli che avevo.
Molto carino ed estivo, mi sarà utile anche quando andrò in vacanza.
Prezzo: €2,00

Adesivi
Ultimo acquisto del mio importante shopping: degli adesivi.
Quando vedo degli stickers, si risveglia improvvisamente in me la mia parte fanciullesca che mi dice "Compra! Compra!" e che riesce ad avere la meglio sulla mia parte adulta e parsimoniosa (sì, ogni tanto anche a me piace risparmiare).
Prezzo: €1,00

Questo era tutto. Concludo con una breve osservazione/nota polemica: perché il sito di Tiger lascia così a desiderare? Cioè, perché sul sito c'è solo un misero volantino in cui si possono vedere unicamente le novità del mese e non tutta la benedettissima merce disponibile? Questa è una cosa che devono assolutamente risolvere, a parer mio. Siete d'accordo?
Un bacio e al prossimo post! ☀️

sabato 23 giugno 2018

Tendenze Accessori Estate 2018

Il 21 giugno è ufficialmente iniziata l'estate (anche se non sembra dato che da quel giorno qui da me le temperature sono notevolmente calate), il ché significa che fino a settembre scriverò prevalentemente post inerenti a questa stagione. Dunque, oggi voglio parlarvi delle tendenze dell'estate 2018 per quanto riguarda gli accessori, le cui caratteristiche principali sono l'eccentricità e l'esplosione di colori.

FASCE PER CAPELLI
Con mio grande piacere quest'estate tornano di moda le fasce/bandane come coloratissimi e versatili accessori per capelli.
Le più apprezzate sono quelle caratterizzate da fantasie floreali, tropicali, geometriche e astratte, ma si possono trovare anche quelle a tinta unita per chi preferisce uno stile più "sobrio" e meno vistoso.
In particolare, esistono tanti modelli di fasce che possono essere indossate in vari modi; per esempio, uno dei miei modelli preferiti è la fascia stile turbante con o senza fiocco centrale.
A parte la praticità e lo stile estivo di questo accessorio, per chi come me ha i baby hair sparati in aria (i miei mi fanno sembrare un sole perché sono biondi, ricciolini e circondano la mia testa) questo può essere un valido aiuto per tenerli a bada.
Zara

OCCHIALI DA SOLE
Direttamente dagli anni '90 tornano di moda anche gli occhiali da sole in stile cat eye, cioè quelli piccoli e allungati che vedete qui sotto nella foto. Il modo più "trendy" per portarli è indossarli bassi, sulla punta del naso.
Personalmente questo tipo di montatura non mi piace, e a voi?
Stradivarius

BIGIOTTERIA
Ultimi ma non per importanza tra gli accessori di tendenza di quest'estate troviamo oggetti di bigiotteria super vistosi, come collane formate da grosse pietre colorate o orecchini con nappine di vari colori e lunghezze, facili da abbinare a tanti capi differenti e ottimi per dare un tocco più sbarazzino ai propri outfits.
Stradivarius
Che ne pensate di queste tendenze? Ne seguirete qualcuna?
Un bacio e al prossimo post! ☀️

domenica 3 giugno 2018

Prodotti top e flop di maggio

Concordate tutti con me sul fatto che quest'anno stia passando troppo velocemente? Siamo già a giugno e io come al solito ho realizzato a malapena uno dei tremila obiettivi che mi ero posta di raggiungere nel 2018. Un esempio: l'obiettivo di perdere qualche chilo prima dell'arrivo dell'estate anche questa volta verrà rimandato al prossimo anno.
Cerco comunque di soffocare il mio pessimismo cronico e di pensare che adesso che è iniziata la seconda parte dell'anno le cose andranno un po' meglio (come no).
Bando alle ciance, in questa afosissima domenica vi mostro i miei pochi prodotti top e flop di maggio.

FLOP
L'unico prodotto che ho dovuto bocciare con dispiacere (anche perché ho speso 12,00€ per comprarlo) è la Oxy Esthétique Peel Off Black Mask.
Già prima di prenderla avevo buone aspettative, sia perché ne avevo sentito parlare bene, sia perché da una maschera peel off mi aspettavo che almeno qualche comedone aka bastardissimo punto nero me lo togliesse, e invece zero.
L'ho applicata sul naso svariate volte, anche dopo aver fatto la doccia in modo che i pori si dilatassero, eppure sui rimasugli della maschera vedevo al massimo un po' di cellule morte, nulla di più.
Sia chiaro, non mi aspettavo di ritrovare tutti i punti neri del naso sulla maschera come si vede in tantissime immagini (chiaramente photoshoppate) sui social, ma almeno un minimo sì. Penso che i miei cari e vecchi cerottini siano l'opzione migliore per me.
Comunque se volete qualche informazione in più qui vi lascio la recensione dettagliata di Pier sulla suddetta maschera.


TOP
Passiamo ora ai top, alla crème de la crème. 
Il primo prodotto top che doveva assolutamente rientrare nella mia (breve) lista è la lozione per il corpo con cocco e vaniglia biologici di Lavera (mi spiace ma dovrete mettervi l'anima in pace perché sul mio blog sentirete parlare molte volte di questo marchio). Oltre a lasciare un delicato e piacevole profumo esotico, questa lozione idrata e nutre le pelli secche e normali. Inoltre essendo appunto una lozione e non una crema, il prodotto si stende e si assorbe abbastanza facilmente.
Il risultato è una pelle morbida, idratata e profumata di cocco e vaniglia, combo estiva perfetta. :D
Qualche altra informazione tecnica: niente siliconi, parabeni, paraffina, microplastiche, oli minerali e ftalati. Gli ingredienti sono naturali e in buona parte biologici. Lavera sceglie metodi produttivi rispettosi dell'ambiente ed è contro i test sugli animali. Non utilizza profumi, coloranti e conservanti sintetici.

Il secondo ed ultimo prodotto top dello scorso mese è il doccia crema Weleda (altro marchio tedesco, 'sti crucchi ci sanno proprio fare con la cosmesi naturale).
Saranno state le mie lontane origini siciliane a farmi scegliere questo profumatissimo doccia crema al limone, o semplicemente la voglia di lavarmi con un prodotto che doni freschezza e vitalità in questo periodo caldo e afoso, fatto sta che si è rivelato un ottimo detergente per il corpo che lascia la pelle morbida e rinfrescata; inoltre i tensioattivi di origine vegetale (derivati dallo zucchero) contenuti in questo doccia crema fanno sì che quando ci si insapona venga prodotta una leggera schiuma che deterge la pelle molto delicatamente.
Poi vabbé, il profumo frizzante di limone è fantastico, e soprattutto si sente che non è sintetico.
Altre informazioni: ingredienti naturali e in parte biologici, senza derivati di prodotti petrolchimici, sostanze chimiche sintetiche, conservanti artificiali, profumi sintetici e prodotti OGM. Weleda inoltre è contro i test sugli animali e sceglie metodi produttivi rispettosi dell'ambiente. 
                               

Che ne pensate? Avete provato anche voi uno di questi prodotti? Fatemi sapere nei commenti! :)

lunedì 28 maggio 2018

'sti influencers...

Qualche giorno fa, nella home di YouTube, mi è apparso un video tag di una Youtuber americana molto seguita, intitolato "50 things about me".
L'ho aperto e ho guardato i primi sette secondi tranquillamente, poi non appena ho sentito la seconda interessantissima curiosità su questa persona in cui diceva "I don't believe in global warming", sono rimasta più o meno così
e ho subito chiuso il video.
Le cose che mi sconcertano di più di questa affermazione sono due:
1. come cavolo si fa a dire di non credere nel riscaldamento globale?! Si può credere o meno a Babbo Natale, alla fatina dei denti, ma non si può mettere in dubbio un fatto SCIENTIFICAMENTE provato in cui scienziati (persone che hanno studiato per anni, non gente a caso che grida al "komplotto!!1!" senza prima essersi documentata un minimo) hanno dimostrato attraverso dati, prove e studi che questo problema esiste e andrebbe anche risolto al più presto.
2. La maggior parte dei seguaci di questa YouTuber, così come per tantissimi altri influencers, sono bambini. E si sa che il più delle volte i bambini liberi di navigare nel web senza un minimo di controllo da parte dei genitori prendono come sacrosanto tutto ciò che dicono i loro idoli, anzi guai a contraddirli!
Aiuto.

E dato che sto parlando di internet e di gente molto seguita che non si rende conto dell'influenza che ha su una grande fetta dei propri followers, ne approfitto per dire la mia su una categoria di persone abbastanza diffusa nel web (purtroppo): i tuttologi internettiani. Persone leggermente ignoranti, che hanno conseguito lauree di qualsiasi tipo -frase ironica- e che quindi si sentono in diritto di contestare fatti scientifici e studi durati anni ed anni. Anch'esse, sfortunatamente, hanno un grande seguito di bambini e non, che prendono per vero tutto ciò che esce dalla bocca dei loro beniamini.
Ho letto certe cose su internet scritte da ragazze e ragazzi della mia età o poco più che mi hanno fatto venire un colpo per quanto assurde fossero, come quando ho letto le argomentazioni accampate per aria di una influencer che affermava che la marijuana non ha alcun effetto negativo, ma anzi ne ha solo di positivi. Guai a dirle che aveva un po' di torto (ovviamente questa fuma erba tutti i giorni, non sia mai che le venga in mente di ammettere che ci sono anche degli effetti collaterali quando la si fuma spesso come fa lei).
Ah, che elementi che circolano sul web.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...